Se chiudi ti compro

Come salvare il proprio posto di lavoro
quando la crisi entra direttamente in fabbrica?
Esiste un’Italia di lavoratori
che non hanno accettato il compiersi di un destino
che li aveva condannati alla disoccupazione.

 

Siamo stati invitati dall’onorevole Antonio Misiani alla presentazione del suo libro “Se chiudi ti compro” per raccontare la nostra storia!

Con gli autori (Antonio MISIANI, Paola DE MICHELI e Stefano IMBRUGLIA), il presidente nazionale di Federsolidarietà Giuseppe GUERINI, il sindaco Giorgio GORI e il ministro Maurizio MARTINA.

Testimonianza di un rappresentante della Cooperativa Sul Serio
coordina: Franco CATTANEO (L’Eco di Bergamo)

Quando?
Venerdì 8 settembre 2017 alle ore 18.00
presso la Libreria Feltrinelli,
via XX Settembre 55, BERGAMO

 

Per sapere di più sul libro:
http://guerini.it/index.php/se-chiudi-ti-compro.html

 

Esiste un’Italia di lavoratori che non hanno accettato il compiersi di un destino che li aveva condannati alla disoccupazione. Uomini e donne che hanno unito le loro forze e, lontano dai riflettori dei media nazionali, hanno rischiato i loro soldi, si sono rimboccati le maniche e hanno rigenerato le imprese per le quali lavoravano, trasformandole in cooperative (il cosiddetto «workers buyout»).

Il libro prende spunto da queste storie per fotografare, al di là delle semplificazioni e degli stereotipi, le dinamiche, il funzionamento, i pregi e i difetti delle piccole e medie imprese italiane. Ne scaturisce il quadro di un’Italia di provincia operosa, flessibile e vitale, magari un po’ arruffona, ma che ha saputo rinnovarsi e reagire alla crisi. Questo viaggio nell’Italia delle imprese rigenerate è anche un omaggio alla figura di Giovanni Marcora. Si deve a una sua intuizione la legge che ha introdotto e disciplinato il «workers buyout» nel nostro Paese.

In trent’anni la «legge Marcora» si è dimostrata uno strumento efficace di politica attiva del lavoro, capace di salvaguardare in modo virtuoso realtà significative del nostro settore manifatturiero. Uno strumento che, a giudizio degli Autori, merita di essere valorizzato e potenziato per evitare il rischio di inaridimento industriale e per favorire la ripartenza del capitalismo di territorio italiano.

 

Vedi anche:
http://www.antoniomisiani.it/presentazione-di-se-chiudi-ti-compro-venerdi-8-settembre-ore-18/

 

 

Condividi questa pagina: